Spese Matrimonio

A chi spettano le spese per il matrimonio? Alla famiglia della sposa? O alla famiglia dello sposo?.

La famiglia della sposa si occupa dell’acquisto: l’abito della sposa, le bomboniere e i confetti, le partecipazioni e gli inviti, le spese per la cerimonia (comprensive di addobbo floreale e di accompagnamento musicale), il ricevimento, gli abiti per damigelle e paggetti, le automobili per i propri testimoni e per gli ospiti di riguardo, le fotografie e il video, il corredo tessile per la casa, il corredo personale della sposa, i regali ai testimoni, i regali ricordo ai paggetti e alle damigelle, il regalo allo sposo, in cambio dell'anello di fidanzamento, la camera da letto (escluso il materasso o i materassi).

La famiglia dello sposo si occupa invece de: l'anello di fidanzamento, le fedi nuziali, il bouquet della sposa, i fiori all’occhiello per i propri testimoni e per gli ospiti di riguardo, il viaggio di nozze l'offerta per la Chiesa, un regalo per il sacerdote che celebra il matrimonio, l'affitto o l'acquisto dell'appartamento, l'arredamento della casa, meno quello della stanza da letto (ma incluso il materasso o i materassi).

E se per caso si divorzia? Il fidanzamento sussiste quando la coppia dichiari o dimostri a parenti ed amici di volersi frequentare con il serio intento di fidanzarsi. La rottura del fidanzamento per una qualsiasi ragione, comporta la restituzione reciproca dei doni, quali piccoli oggetti d'oro anelli, orologi, oppure fotografie o somme date da un fidanzato all'altro per l'arredamento della futura casa. Per i più arrabbiati poi è possibile ottenere dal giudice l'ordine di distruzione della (ahimé passata) corrispondenza amorosa. La fuga in questo caso costa un po’ più cara. Vi è l'obbligo di risarcire all'abbandonato o alla sua famiglia qualsiasi spesa affrontata per il matrimonio, dal pranzo al vestito, alla caparra per il viaggio, all'arredo per la casa. I danni morali non sono ripagabili, ma una singolare sentenza ha ora ordinato di risarcire all'ex promessa sposa anche le spese mediche affrontate per curare i nervi scossi. C'è comunque chi sostiene che non c'è l'obbligo di rifondere l'abbandonato quando esiste un valido motivo di rottura, come l'aver scoperto una malattia venerea, il fallimento della sua ditta. Ad ogni modo c'è tempo un anno alla rottura per far valere i propri diritti, dopodichè chi ha dato ha dato...

< Precedente   Prossimo >
Sondaggi
A che età ritieni sia giusto sposarsi?
  
Ultime Notizie
Chi è online
Abbiamo 62 visitatori online
Home
Sposi: Notizie dal Mondo
Notizie sul matrimonio
Abito e Moda
Addio al Celibato
Addio al Nubilato
Arredare Casa
Auto da sogno
Bomboniere
Catering Matrimonio
Cerimonia
Consigli e Curiosità
Conto alla Rovescia
Cura la Bellezza
Fedi e Gioielli
Fiori e bouquet
Foto e Video
Frasi Auguri
Futuri Sposi
Intimo Sposi
Invia Notizie
Inviti e Partecipazioni
Lista Nozze
Musica Deejay
Negozi Specializzati
Mappa del sito
Musica
Ristorante
Scherzi Matrimonio
Spese Matrimonio
Spettacoli e Animazioni
Trucco e Acconciature
Viaggi di Nozze
Video Matrimonio






Inserzionisti
Senigallia
Abbigliamento outlet
Ristoranti a Senigallia
Web design di qualità
Ingresso utenti
Nome Utente

Password

Ricordami
Hai perso la password?