Fiori e bouquet



Accompagnati da colori e profumi soavi, che durante la cerimonia invadono l’aria e rendono l’atmosfera surreale e fantastica, i fiori, colori e profumi.Il giorno delle nozze tutto dovrà essere perfetto, a cominciare dai fiori. Dalla casa della sposa sino alla chiesa, dal bouquet agli addobbi per il ricevimento, la scelta deve essere accurata. Meglio evitare ortensie, giacinti e narcisi, non proprio simbolo di castità e fedeltà.
Al contrario, i classici fiori d’arancio sono sinonimo, da sempre, di fecondità e purezza. Intramontabile la rosa, in tutte le sue sfumature, eccetto il giallo (che vuol dir gelosia). Il tulipano è messaggero d’amore. Perfetto anche il girasole: un cult nei matrimoni in stile country. Ma non dimenticate fogliame, radici e bacche: sono di tendenza e di grande decorazione.

I fiori, nel giorno del fatidico "'si' hanno un ruolo insostituibile, sono un felice complemento alla cerimonia in chiesa, al ricevimento e alla bellezza della sposa. Così fragili, così romantici, così femminili, i fiori per il gran giorno devono essere scelti con cura seguendo i gusti e soprattutto tenendo conto del tono della cerimonia: semplice, romantica, raffinata o elegante.

Un elemento da non trascurare è costituito dall'abito della sposa: colore e stile condizioneranno sia la scelta dell'addobbo che quella del bouquet. La scelta (e la spesa)della decorazione della chiesa e della sala ricevimento spetta alla famiglia della sposa.

Per la cerimonia classica l'addobbo sarà simmetrico, composto da fiori corposi e d'effetto, il colore prevalente sarà il bianco. Monocromatico, bianco o rosa, anche l'addobbo per una cerimonia all'insegna della semplicità con fiori come margherite o narcisi, disposti in modo asimmetrico.

Un addobbo asimmetrico e composto da ginestre di campo, ficus benjamine, margherite, rose,salice (in caduta dal soffitto) e bamboo prevedrà, invece, una cerimonia moderna e raffinata. L'effetto sarà quello di un giardino, i colori più adatti: giallo, verde e bianco.

Una chiesa moderna e luminosa ed una cerimonia eccentrica accoglieranno composizioni di diverse dimensioni disposte in tanti gruppi separati: fiori di diverso tipo e colore con inserimenti di verde e alla base, foglie voluminose e della frutta (grappoli d'uva, mele, arance). In genere, comunque, per le composizioni in chiesa si preferiscono i fiori di stagione, sempre con moderazione e sobrietà imposte dai sacerdoti in alcuni casi, dai prezzi proibitivi in altri ma dal buon gusto soprattutto. I fiori accompagnano gli sposi per l'intera cerimonia comunicando sentimenti ed emozioni e rendendo i luoghi più accoglienti e personalizzati. Ricordiamo che, secondo le norme per la celebrazione del matrimonio redatte dalla Diocesi di Roma, l'officiante non può imporre agli sposi l'addobbo o il fiorista. Solo i più esperti sono in grado di eseguire veri e propri capolavori artistici nelle forme e nei colori, armonizzandoli con i luoghi scelti e con i gusti degli sposi. Il fiorista mostrerà un book di lavori già eseguiti precedentemente dai quali si possono prendere spunti, facilitando la tua scelta. Una volta scelto il fiorista, informalo sul regolamento e sulle caratteristiche della chiesa o della sala comunale e del luogo del ricevimento, fornendogli eventualmente una piccola mappa con metrature e volume, oppure organizza un sopralluogo con lui. Dopo aver definito le caratteristiche e la quantità degli addobbi (il numero dei tavoli del ricevimento sarà indicativo e andrà confermato qualche giorno prima delle nozze), il tipo di fiori, le modalità di trasporto e consegna, montaggio e smontaggio, chiedi un preventivo. Se non ti convince, consulta un altro fiorista e paragona i due preventivi. Solo dopo aver verificato ogni voce, conferma l'ordine con una caparra e prendi gli accordi finali sull'orario di consegna. Il saldo avverrà il giorno stesso del matrimonio. Scegli il bouquet a seconda dell'abito e della tua statura. Possibilmente, presso il fiorista scelto, fai delle prove con le varie forme di bouquet, per farti un'idea su quello che meglio si addice al tuo portamento. Ricorda che anche il bouquet ha un suo codice estetico: forma, colore e composizione devono essere in sintonia con l'abito. In linea di massima, con abito corto: bouquet rotondo, compatto e di fiori piccoli; con abito alla caviglia: bouquet più aperto e voluminoso oppure composto da un solo fiore di una certa importanza; con modello lungo a strascico: bouquet ricadente; con tailleur: bouquet a fascio. Per il colore dei fiori si dovrà far riferimento ai colori dell'abito e dell'addobbo. È importante tenere conto del tipo di fiore in relazione alla stagione del matrimonio. Anche se ormai è possibile acquistare fiori estivi in inverno e viceversa, è meglio rispettare il naturale corso delle stagioni: in primavera, scegli il giallo della forsizia, della mimosa o della primula, l'azzurro dei nontiscordardimé, il rosa della camelia, il bianco della peonia; in estate, il giallo del girasole, il blu dei delphinium, il rosso delle gerbere; in autunno, il verde della vite americana, il rosso delle bacche di ribes, il rosa delle dalie; in inverno, il rosa della camelia giapponese, il rosso della stella di Natale, il bianco del viburno. Ci sono fiori adatti a ogni stagione proprio perché da sempre riconosciuti come "fiori della sposa": sono le rose in tutte le loro infinite sfumature, anche rosse, il mughetto, il tulipano, i fiori d'arancio, la fresia, la calla, il viburno, il giglio, la gardenia. Se vuoi un bouquet poco tradizionale, ma di grande effetto, affidati alle ultime tendenze della moda che vedono in primo piano inusuali composizioni realizzate con bambù, fiori di loto, felci, ortensie o ginestre mescolati, a seconda della stagione, a rami di salice o di nocciolo, a melograni o spighe, ad agrifogli o edere variegate, a peperoncini rossi o rosmarino in fiore. Se sono fuori stagione, avvisa il fiorista con un certo anticipo, in modo che possa procurarteli per tempo. Il lancio del bouquet è un rito al quale è difficile sottrarsi. Alla fine del ricevimento, sei tu, di spalle, a lanciarlo verso il gruppo di amiche non sposate: la leggenda racconta che chi lo raccoglie, convolerà a nozze entro l'anno. In alternativa, puoi donarlo alla tua amica più cara oppure dividerlo in tanti mazzettini da destinare alle amiche single. Se vuoi conservarlo come ricordo della giornata, fallo essiccare in un luogo chiuso e asciutto, ma non dimenticarti di ordinare al fiorista un bouquet simile, anche se più piccolo, da destinare al lancio nel rispetto della tradizione. Un fiore bianco (la tradizionale gardenia o il classico garofano), da portare all'occhiello del rever sinistro della giacca, può essere distribuito all'entrata della chiesa a testimoni, parenti e invitati: uguale a quello dello sposo, regala un tocco di gentilezza anche ai rigorosi abiti maschili. Se sarai accompagnata da una o più damigelle, puoi far realizzare per loro dei piccoli bouquet simili al tuo oppure puoi far riempire dei cestini di vimini con petali di rosa che le damigelle spargeranno davanti a te all'ingresso e all'uscita del corteo nuziale. Insieme al fiorista compila un elenco con: fiori scelti, luoghi da addobbare e composizioni necessarie; meglio premunirsi con un elenco di fiori alternativi nel caso sia impossibile il reperimento di quelli scelti. Fornisci al fiorista tutti gli indirizzi del caso e i numeri telefonici, in ultimo definisci l'ora della consegna del bouquet, dell'addobbo in chiesa e sul luogo del ricevimento. Chi desidera risparmiare, oltre a dividere le spese con gli sposi che precedono o seguono la cerimonia in chiesa, può ordinare fiori di stagione o può impiegare, per le composizioni, un unico tipo di fiore. Altrimenti è possibile noleggiare vasi di piante in fiore, o addirittura acquistarli, se si devono riutilizzare in un secondo momento. Gli addobbi floreali sono completati dall'uso sapiente di moquette, contenitori quali grandi orci di terracotta, cesti di vimini, vasi in ceramica e strutture architettoniche su misura dove poter montare l'intero addobbo. Alcuni, per focalizzare l'attenzione degli ospiti verso zone strategiche, fanno uso anche di statue e fontane, di illuminazione con faretti o con fiaccole e candele. Molto richieste sono ultimamente le scenografie con palloncini, con i quali è possibile costruire archi, cuori e pareti ornamentali sul luogo del ricevimento. Informati presso il parroco della chiesa o la segreteria del municipio se ci sono regole o disposizioni speciali da rispettare e dove puoi far sistemare cesti, composizioni e decorazioni floreali: ingresso, navata, panche, lati dell'inginocchiatoio e altare in chiesa; ingresso, banco dell'officiante, sedie degli sposi, dei testimoni e degli invitati in municipio. Per la Chiesa: molteplici sono le soluzioni creative ma, per una soluzione essenziale, non dovrebbero mancare un cesto sull'altare maggiore, una composizione più grande alla sua base davanti agli sposi e alcune composizioni più piccole sulle balaustre. Per arricchire la scenografia: copertura dei banchi e moquette, oltre ad importanti composizioni poste alle estremità dei banchi della navata centrale. Per una chiesa moderna: meglio scegliere composizioni verticali. Per una chiesa antica: composizioni più suggestive e ricercate. Per una chiesa di campagna: composizioni essenziali con fiori e frutta. Per il Comune: in genere si trova un addobbo di piante verdi già predisposto dal Comune ma, in caso contrario, scegli un addobbo semplice composto da un mazzo basso o una ghirlanda ai piedi del tavolo dinanzi agli sposi e due composizioni più alte ai lati del tavolo e all'ingresso. Lo stesso iter va seguito per il luogo del ricevimento: concorda con il proprietario o con il responsabile del catering dove e come è meglio sistemare i fiori: all'ingresso delle diverse sale, sui tavoli degli invitati e degli sposi, sui tavoli dei dolci, del buffet e degli aperitivi. L'addobbo dipende dallo stile della sala e dell'allestimento della tavola, sicuramente dovrà essere in linea con gli addobbi già citati. Le composizioni sui tavoli dovranno essere basse e raccolte per non ostacolare la conversazione e la vista tra gli ospiti, mentre il tavolo del buffet o degli aperitivi può mostrare un addobbo più importante e vistoso, come anche l'ingresso in sala. Ordina al fiorista anche un cuscino di fiori per il cruscotto posteriore dell'auto nuziale: una volta arrivati al luogo del ricevimento, dai disposizione che venga sistemato come centrotavola sul vostro tavolo o sul tavolo degli aperitivi. Non solo sull’altare. Se la chiesa è semplice si possono ingentilire le panche con ghirlande di edera e fiori d’arancio. Se il contesto è barocco, di contro sarà meglio orientarsi su composizioni più sobrie. Tinte pastello e spighe di grano, invece, sono d’obbligo nelle chiese di campagna. E se ci si sposa in Municipio? Si ai fiori, in ogni caso. Un tocco di allegria non guasta mai. Sul tavolo del buffet va bene un unico centro tavola: ai fiori si possono abbinare frutti di stagione. Ma non bisogna lasciare nudi i tavoli degli invitati: piccoli cestini decorativi, versioni mignon del bouquet della sposa o semplicemente un fiore da annodare al tovagliolo sono la soluzione. Dulcis in fundo, il bouquet. La regola vuole che si armonizzi, perfettamente, con il vestito della sposa. Sarà quindi candido se l’abito è bianco, ma attenzione alle tonalità del bianco! I colori pastello sono un’alternativa al bianco, ma si fanno strada anche composizioni più creative e dai colori accesi. Il rosso è per la sposa più trasgressiva ed è segno di buon augurio. In ogni caso, il bouquet dovrà adeguarsi allo stile dell’abito. Quelli rotondi e compatti vanno bene per vestiti corti e informali. Mentre il bouquet a grappolo è consigliato con abiti importanti, con lo strascico. Sono perfetti per spose alte e magre. Il bouquet a fascio, tulipani o calle per esempio, è per la sposa che sceglie il tailleur. Prenotare 2 mesi prima.

< Precedente   Prossimo >
Sondaggi
A che età ritieni sia giusto sposarsi?
  
Ultime Notizie
Chi è online
Abbiamo 44 visitatori online
Home
Sposi: Notizie dal Mondo
Notizie sul matrimonio
Abito e Moda
Addio al Celibato
Addio al Nubilato
Arredare Casa
Auto da sogno
Bomboniere
Catering Matrimonio
Cerimonia
Consigli e Curiosità
Conto alla Rovescia
Cura la Bellezza
Fedi e Gioielli
Fiori e bouquet
Foto e Video
Frasi Auguri
Futuri Sposi
Intimo Sposi
Invia Notizie
Inviti e Partecipazioni
Lista Nozze
Musica Deejay
Negozi Specializzati
Mappa del sito
Musica
Ristorante
Scherzi Matrimonio
Spese Matrimonio
Spettacoli e Animazioni
Trucco e Acconciature
Viaggi di Nozze
Video Matrimonio






Inserzionisti
Senigallia
Abbigliamento outlet
Ristoranti a Senigallia
Web design di qualità
Ingresso utenti
Nome Utente

Password

Ricordami
Hai perso la password?